E questa è fatta!

Uno spazio restituito alla cittadinanza! Al taglio del nastro l’assessore Emilia La Nave ricorda il ruolo decisivo dei comitati, in particolare di Villaggio Olimpico 1960, per il raggiungimento di questo risultato… Ed è solo l’inizio. A breve si comincerà ad attrezzare il parchetto per una fruizione ottimale di tutti!

IMG_1065.JPG

IMG_1059.JPG

IMG_1068.JPG

IMG_1067.JPG

Giorni di gloria…

Cari Villaggianti,
questo è stato un week end importante per il Villaggio Olimpico. Dopo avervi comunicato la vittoria sullo scempio dei pullman, siamo qui a darvi un’altra lieta notizia:

DOPO 8 ANNI RIAPRE IL PARCHETTO
tra Viale della XII Olimpiade e Viale Tiziano.

Ci vediamo lì GIOVEDÌ 23 OTTOBRE ALLE 18.00 per festeggiarne l’apertura!

È una battaglia cominciata tanto tempo fa e conclusa con successo in questi giorni. Siamo stati i primi a riaprire il dibattito ormai sopito su quella zona del Villaggio. È proprio su richiesta di VO1960 che sono state convocate due commissioni a cui abbiamo sempre partecipato:
15/06/2012 commissione consiliare permanente mobilità, urbanistica, ambiente
19/10/2012 commissione consiliare controllo, garanzia, trasparenza
Poi, il 25/11/2012 abbiamo iniziato la raccolta firme che molti di voi ricorderanno.
Un grazie va a Carla Fermariello che nel giugno del 2012 ha tirato fuori l’OdG n. 29 del 21/06/2011 che ci ha permesso di ricostruire la vicenda; a Giuseppe Gerace che all’epoca era all’opposizione e che immediatamente sposò la nostra causa non dimenticandola; a Emilia La Nave che con determinazione ha portato a termine il lavoro.

Ma, soprattutto, un grazie a tutti gli abitanti del Villaggio che ci hanno sostenuto (anche firmando la petizione)
e continuano a sostenerci.

Ricordiamo che stiamo raccogliendo le firme per ripristinare la mobilità Atac al Villaggio. Firme presso il bar e la pizzeria di Piazza Grecia. Mi raccomando firmate, perché come vedete i risultati si ottengono.

UNITI STRAVINCIAMO
Villaggio Olimpico 1960

La fine di un incubo…

Cari abitanti del Villaggio Olimpico, è con vera gioia che vi annunciamo che

I PULLMAN TURISTICI SE NE VANNO DAL VILLAGGIO

Abbiamo vinto una tra le più grandi battaglie intraprese dall’Associazione Villaggio Olimpico1960.

Permetteteci un momento di autocelebrazione, cosa che non abbiamo mai fatto: l’Associazione si è costituita nell’aprile 2012 e risale al giugno dello stesso anno la nostra prima lettera per cacciare i pullman dal Villaggio. Dopo due anni e quattro mesi di dura lotta abbiamo vinto! E ne siamo davvero fieri. Sarà ora compito di ogni cittadino del Villaggio chiamare i vigili ogni volta che qualcuno – a questo punto abusivamente – parcheggerà il pullman.

Un riconoscimento va alla determinazione di Giuseppe Gerace, Presidente del Municipio, e all’assessore Titty Santoriello, perché hanno mantenuto l’impegno preso in campagna elettorale, resistendo a vari e fortissimi condizionamenti che rendono questo risultato ancora più importante…

Come sempre, uniti vinciamo.

Villaggio Olimpico 1960

“Razionalizzare” meno e potenziare di più!

L’associazione Villaggio Olimpico 1960 promuove una raccolta firme per il miglioramento del trasporto pubblico nel quartiere.

La “razionalizzazione e potenziamento del trasporto pubblico”, avvenuta il 21 luglio u.s. senza alcun preavviso né tanto meno coinvolgimento delle associazioni del territorio da parte dell’ATAC, sta comportando gravi disagi alla popolazione del Villaggio Olimpico, soprattutto per la soppressione della linea 217.

Si richiede, pertanto, con urgenza di rivedere l’attuale “razionalizzazione”, prevedendo almeno il passaggio dentro il Villaggio Olimpico di una linea di collegamento diretto con la Stazione Termini, e il potenziamento della frequenza di passaggio della linee 910, 53 e 982.

Le firme saranno raccolte su appositi moduli disponibili a Piazza Grecia.

Un grazie per l’ospitalità!

MFR14_WEB_FLAMINIO-VILLAGGIOOLIMPICO_ese

L’organizzazione di Maker Faire ha destinato uno sconto sul biglietto di ingresso agli abitanti del Villaggio Olimpico per compensare i disagi provocati dalla grande fiera in corso; di seguito un estratto del comunicato stampa con la descrizione dell’evento…

Dopo il successo dello scorso ottobre Maker Faire Rome è pronta a partire con la seconda edizione che si terrà all’Auditorium Parco della Musica. La Maker Faire è il più grande evento di innovazione al mondo, una mostra dedicata a tutta la famiglia che mette al centro creatività e inventiva oltre a essere la celebrazione del “Maker Movement”. La Maker Faire è il luogo dove gli innovatori del terzo millennio mostrano i progetti a cui stanno lavorando e condividono il sapere tecnologico e artigiano. Dal 27 settembre al 5 Ottobre esperti e protagonisti nel campo dell’innovazione provenienti da tutto il mondo si incontreranno a Roma per The lnnovation Week, una settimana di dibattiti, incontri e forum dedicati alle nuove frontiere della rivoluzione digitale.
La settimana avrà il suo momento clou, dal 3 al 5 Ottobre, con la 2° edizione europea di Maker Faire Rome, la più grande fiera dedicata al digital manufacturing, ai nuovi creativi e ai cosiddetti “artigiani digitali”, che lo scorso anno hanno incantato una folla di 35 mila curiosi di tutte le età con il frutto del loro ingegno. La Maker Faire si aprirà il 2 ottobre con la Opening Conference “Let’s Make! (A Better World), alla quale prenderanno parte tanti protagonisti della scena dell’innovazione mondiale.
La mattina del 3 ottobre invece sarà dedicata all’Education Day, un’occasione in cui le scolaresche di tutta Italia potranno confrontarsi con i maker. Nel corso della mattinata si terrà la Conferenza “20 under 20”: 20 giovani innovatori provenienti da tutto il mondo racconteranno ad una platea composta da giovani under 20 le proprie idee e progetti per cambiare il futuro.
Per l’occasione, l’Auditorium si trasformerà in un vero e proprio “villaggio dell’innovazione” di 70.000 mq dove 500 espositori tra maker, pmi innovative, scuole e Fab Lab provenienti da 33 Nazioni presenteranno oltre 500 invenzioni.

Per questo abbiamo pensato di riservare agli abitanti del quartiere Flaminio-Villaggio Olimpico uno sconto del 50 per cento sul costo del biglietto d’ingresso che avrà un prezzo di 5 euro anziché 10.  A tal fine abbiamo realizzato un coupon sia cartaceo che elettronico da scaricare dal sito e portare stampato.

Sono sempre i migliori che se ne vanno…

217

Il 21 luglio è cominciata la sperimentazione della nuova rete pensata da Atac per ottimizzare (?) il trasporto pubblico nel nostro settore. E così abbiamo detto addio al 217, la linea Villaggio Olimpico/Stazione Termini, molto amata dai villaggianti.

Inutile dire che avrebbe fatto bene l’azienda pubblica di trasporti comunali a interrogare i cittadini prime di rivoluzionare le linee, ma tant’è… Ora è importante partecipare alla sperimentazione, utilizzare i mezzi e raccogliere le opinioni per cercare, se necessario, di modificare il piano attuale incontrando le nostre esigenze.

Riportiamo i principali cambiamenti con le intenzioni di Atac, invitando tutti a segnalarci disservizi o problemi o magari vantaggi e miglioramenti del servizio!
Va ricordato che per la stazione dal Villaggio alla Stazione Termini abbiamo i collegamenti via 910, M (per alcune fasce orarie) e tram+metro. Mentre il nuovo autobus 982 ci avvicina a Prati che non era ben collegato. Il dibattito è aperto…

Principali modifiche per le linee di Roma nord (dal sito Atac)

Novità importanti per la linea 223, che partendo sempre da La Storta raggiungerà piazza dei Cinquecento, con nuove fermate su via dei Parioli e sulla Salaria, ma sarà disattivata la tratta piazza Ungheria-Verano, interamente sovrapposta al percorso delle linee tram 3 e 19. Nella revisione della linea, in tutto saranno disattivate 20 fermate in direzione di piazza dei Cinquecento e altre 15 al ritorno, a fronte di 31 nuove fermate. La linea diventa il collegamento principale tra la Cassia, corso Francia e Termini.

In particolare tra Parioli e Termini, la 223 va a sostituire la linea 217, che dal 21 luglio viene soppressa. Tra Villaggio Olimpico e piazza Euclide, la 217 è invece sostituita dalle linee 53 e 982. Quest’ultima, infatti, dalla stazione Ottaviano viene prolungata al Villaggio Olimpico, con nuove fermate in viale delle Milizie, lungotevere delle Armi, viale Bruno Buozzi, via De Coubertin. Nel suo percorso incontra la rete tram, con le fermate Ottaviano e Lepanto della Metro A, la ferrovia Roma-Viterbo a piazza Euclide, mentre già si avvicina alle ferrovie Fl3 e Fl5 della stazione San Pietro con le fermate preesistenti di via Gregorio VII.  Sostituisce anche la linea 926 che viene soppressa.

Fa poi il suo esordio, domenica 27 luglio, la nuova 53 festiva che sarà un collegamento circolare con capolinea a piazza Mancini, ma raggiungerà il centro, a differenza della 53 feriale che viene modificata nel percorso per accorciare gli spostamenti tra Roma nord, il centro e la zona pedonale dei Fori. In sintesi, la 53 non fermerà più in via Salaria e via Panama, ma la revisione della linea vede quattro fermate in più, in direzione di San Giovanni, tra viale Liegi e via Spontini a fronte di sette fermate disattivate tra piazza Cuba e via Pacini.  Sempre nei feriali, ma in direzione di piazza Mancini, quattro nuove fermate tra via Paisiello e viale Liegi, con l’abbandono di altre 14 fermate.

Una decisa revisione anche per la linea 52 che resta tutta all’interno dei Parioli, sempre con capolinea in via Archimede e nuove fermate a piazza Cuba, via Lima, via Panama, via Salaria e viale Liegi.

Viene soppressa, infine, la linea 231 che nel periodo scolastico sarà sostituita da corse speciali della linea 360.

Non c’è due senza tre!

I pullman traslocano!

Dopo la riorganizzazione dell’incrocio di via Belgio e l’impegno su piazza Jan Palach, l’amministrazione ha preso incarico anche la nostra comune battaglia contro l’insensata collocazione dei parcheggi per i Pullman davanti alle residenze del Villaggio Olimpico, in particolare in via Norvegia. Alleghiamo i provvedimenti approvati, che garantiscono lo spostamento in tempi rapidi. È un’ottima notizia; l’impegno per migliorare il quartiere, a fronte di un’amministrazione che si dispone all’ascolto delle esigenze del territorio, dà buoni frutti! Continuiamo così…

Cercheremo quanto prima di vivere piazza Palach come merita, per valorizzarne la bellezza e convincere i pochi che ancora la considerano un parcheggio gratuito a rispettarla. Il sistema di spazi aperti del Villaggio Olimpico è il vero valore delle nostre case… Oltre a pretendere e ottenere la giusta attenzione delle istituzioni per la loro salvaguardia, usiamoli e occupiamoli: l’esistenza di una comunità, le relazioni e le attività che si svolgono sui beni collettivi sono il bene più prezioso che offre la città!